mercoledì 23 novembre 2016

QUEL LUNGO BRACCIO DI FERRO TRA BENE E MALE

Ogni giorno tocchiamo per mano queste 2 facce della medaglia che cercano di prevalere uno sull'altro come un lungo braccio di ferro che dura ormai da millenni.
Se tutto ebbe inizio nell'antichità con una fredda lotta per la sopravvivenza, l'evoluzione umana ha portato con se tanti anelli deboli. Il work and progress tanto auspicato dalle popolazioni che nel tempo hanno raggiunto una propria identità geografica, politica e culturale, se da un lato ha portato benessere, dall'altro ha permesso al malessere interiore di raggiungere un picco inversamente proporzionale rispetto al miglioramento delle condizioni generali della vita.
Possiamo affermare che le grandi guerre delle generazioni passate, e le liti tra vicini di condominio dei giorni nostri hanno molto in comune.
Vorrei però distinguere le guerre che puntano al potere con tutte le altre forme di cattiverie dettate sopratutto da un'interiorità dove il male ha invaso tutti gli organi. 
Se il bene è professato dalla Chiesa o da persone che nel tempo si sono distinte per l'alto senso di moralità, il male è rappresentato da Satana che si manifesta tra le gente comune e s'impossessa dei loro cuori rendendoli duri e freddi come una lama d'acciaio appuntita, pronta a colpire chicchessia pur di ottenere un'apparente beneficio.
E' un braccio di ferro continuo, il bene da una parte, il male dall'altra, in una sfida impari che non avrà mai vincitori nè vinti, ma solo brave e cattive persone.


Nessun commento: