martedì 15 novembre 2016

SULLE ALI DELL'ENTUSIASMO

"Un giorno all'improvviso, m'innamorai di te. Il cuore mi batteva, non chiedermi perché."
Il pezzo sopracitato è il tormentone del momento che spopola nel mondo ultras, un pezzo clonato dalla canzone dei Righeira del 1985 con titolo "l'estate sta finendo".
Diversamente uguali, questi ragazzi che vivono la loro passione 90 minuti alla settimana, allontanati da uno Stato assente, ma uniti da un senso di appartenenza che li accomuna e li fa sentire più vivi che mai.
Storie diverse che s'intrecciano la domenica pomeriggio sui gradini di una Curva.
Molti di loro non hanno una laurea e nemmeno un pezzo di carta, ma hanno frequentato le migliori università della vita: strada, ospedali, galere. Chiamateli dottori.
Cultura e intelligenza non sempre vanno d'accordo, a volte si avvicinano, si toccano, cercano di mescolarsi in un'unica cosa, proprio come il mare e il cielo all'orizzonte.
Solo che il mare rimane il mare e il Cielo rimane il Cielo.

Così distanti e così diversi, uniti forse dal un blu che racchiude in se la più bella stagione dell'anno.
Eraclito diceva: " l'apprendere molte cose non insegna l'intelligenza", e secondo me dubitare di noi stessi è il primo passo per ingannare la stupidità.
Ma qui nessuno è fesso diceva un vecchio detto napoletano, dipende da quale prospettiva guardi la vita.
Dalla nostra Curva sicuramente lo spettacolo è un po' diverso, e sulle ali dell'entusiasmo dettato da un gol della nostra squadra del cuore, troviamo ancora la forza per essere felici..

Nessun commento: