martedì 7 febbraio 2017

FELICITA'

Se dovessi dare un valore al mio tempo, al mio spazio, alle mie abitudini, direi che niente al mondo potrebbe avere un prezzo così alto per comprare anche un solo secondo del mio vissuto.
So si essere una persona umile, ma non per questo mi sottovaluto, anzi, mi ritengo una persona dal valore inenarrabile, un valore aggiunto dal valore indefinito.
Il valore di una persona si vede dalla sua grandezza di animo, dalle sue gesta, dalle sue qualità di dare più che ricevere, ed io in questi anni credo di aver dato tanto.
Il blog non è altro che un diario personale dove racconto me stesso, dove pensieri e parole partono dal cuore e finiscono sulle pagine di questo spazio così caro alla mia persona in quanto attraverso questa pagina manifesto i miei stati d'animo ma soprattutto le mie emozioni e i miei sentimenti.
Esternare le proprie vicissitudini non è cosa facile: i cantanti si raccontano con le canzoni, gli sportivi attraverso le gare, io racconto la mia vita tramite un blog personale, dove non ho la pretesa di essere letto, ma consapevole di dare a me stesso quel quid in più per andare avanti.
Ognuno di noi raggiunge la felicità attraverso l'amore corrisposto verso un'altra persona: provate per un momento a pensare di raggiungerla solo grazie a voi stessi, vi dico subito che non sarà semplice; se fate gli allenatori non basteranno un miliardo di vittorie per rendevi veramente felici.
A volte capita di andare a dormire da Campione e il giorno dopo svegliarti da coglione, mi è successo spesso. Non capivo come mai l'emozione del trionfo avesse una durata così breve, così effimera di fronte alla grandezza del capolavoro appena compiuto. In breve tempo tutto tornava alla normalità, come se quella vittoria fosse un lontano ricordo.
Allora ti accorgi che nella vita di tutti i giorni non c'è mai niente di scontato, e la felicità non ha ragioni profonde, non è una conseguenza di un evento, e soprattutto non conosce confini, limiti o barriere.
Si può essere felici con poco, o infelici pur avendo tanto, in un sistema diverso dalle leggi matematiche dove alla x corrisponde sempre la y, proporzionale solo a se stesso, dove la sfera emotiva e quella razionale sono solo lontani parenti.

Nessun commento: