mercoledì 1 febbraio 2017

SE DOVESSI PENSARE

La contrapposizione ad un modello di Vita piuttosto piatto, raccontato dai media come un perenne stato di crisi dove è tutto sotto inchiesta, dove Napoli e Reggio Calabria non è solo il collegamento della A3, ma un continuo vivere sotto scacco alla criminalità organizzata. Ma se alle basse latitudini la malavita imperversa incontrastata, il Nord non è esente da colpe: basterebbe un clima rigido e un grigiore costante ad annoverare questa Regione come un deserto dei Tartari, dove la Vita scorre su più binari in una situazione dove i ricchi e i poveri non si degnano di uno sguardo, dove i condomini di un palazzo sono tra di loro sconosciuti.
Ed è per questo che nel caldo e afoso clima mediterraneo c'è ancora posto per uno stile di Vita controcorrente, dove i rigidi schemi disegnati da capitalismo che ci vuole schiavi, vengono archiviati e gettati in un mare che merita solo ammirazione e poesia.
Uno spaccato di vita che divide in 2 un paese fallito come l'Italia, ma che nelle sue radici profonde nasconde un essenza di Vita che risulta inversamente proporzionale all'apparenza: al Sud posso ma non voglio, al Nord voglio ma non posso. Due frasi banali ma che in realtà nascondono dei modi di vivere così distanti tra di loro da pensare di essere in 2 mondi diversi.
L'essenza della Vita viene depauperata da un modus operandi arido e inaridito, ed è guardando gli occhi della gente che mi accorgo di quanti cuori infranti vengono spezzati da chissà quale fantomatico computer programmato per uccidere.
Se dovessi pensare a come stiamo vivendo vorrei essere un fuggitivo, mi piacerebbe essere rincorso ma mai catturato, braccato ma sfuggente, intravisto di notte e mai visto di giorno.
Se dovessi pensare a come stiamo vivendo, mi piacerebbe avere le ali, volare da un posto all'altro senza aspettare il verde dei semafori, salire al settimo piano senza prendere l'ascensore.
Se dovessi pensare a come stiamo vivendo,  mi piacerebbe essere uno scrittore, raccontare al mondo le mie emozioni senza scriverle su un diario, scrivere la mia storia senza immaginarla, romanzare un articolo sapendo di emozionare qualcuno.

Nessun commento: