martedì 18 aprile 2017

IN MEMORIA DI TE

Ciao Adriano, in questo silenzio assordante fatto di pensieri e parole, dove la vita continua ad andare avanti come un treno ad alta velocità, io rimango fermo, ancorato a quel maledetto 31 marzo quando il destino ha deciso di portarti via.
Mi è difficile accettare tutto questo, tu che avevi una Vita davanti e soprattutto tante cose da fare. 
Io, che mi fidavo solo di te in questo mondo di squali, dove riconoscenza e rispetto non sono mai esistiti, specie per noi che abbiamo raccolto meno di quanto abbiamo seminato.
Avevamo previsto tutto anche questa volta, ma come tu ben sai, ride bene chi ride per ultimo. La cattiveria non ha mai pagato, anzi, chi semina vento raccoglie tempesta, e chi giudica sarà giudicato (Luca 6,37).
Noi che abbiamo messo la persona davanti a tutto, dove ogni nostra azione è stata fatta per creare non per distruggere, dove siamo scesi a compromessi pur di far contenti gli altri, consapevoli che era tutto sbagliato, rimaniamo spettatori di una continua ingiustizia dove ognuno porta avanti la sua personale visione anche a costo di tradir se stesso.
Io che in questi 18 giorni speravo di sognarti anche di notte, non mi resta che farlo ad occhi aperti, tu umile consigliere che mi avresti indicato la strada da seguire, mettendo da parte anche il tuo orgoglio pur di fare il mio bene.
Adesso tocca a me fare il tuo bene, difendendo con le unghie e con i denti le cose più preziose che avevi: le tue idee. Del resto, ormai, non ho più niente da perdere, almeno nel calcio.
Ho capito che in questo mondo i nostri Valori non sono apprezzati, e che Grazie, Prego, Scusi, Tornerò, è solo una canzone di Adriano Celentano del 1963.
Pregherò per te, perchè la tua fede nel Signore non l'avevi mai persa, nonostante un destino avverso, prima con tuo papà e poi con te, da quel giorno in poi: uniti come prima, mano nella mano, stretti da un abbraccio infinito, accanto allo Spirito Santo, in una Pace che tocca prima il cuore e poi l'anima. 
Non possiamo vederlo ma c'è, e chissà che lo vedrai solo con gli occhi tuoi.
Ciao Adriano

Nessun commento: