venerdì 12 maggio 2017

GUARDANDO IL CIELO

Quando alzi gli occhi al cielo in una giornata d'estate ammiri con piacere l'immensità di un azzurro che non ha confini. Guardando il cielo da un'altra prospettiva vedi solo un vuoto infinito, e così è la Vita: tu la vedi in un modo con le tue indubbie ragioni, gli altri la vedranno diversamente con la loro personale visione.
In tutto questo non ci sono dati oggettivi, valori prestabiliti o desiderabili come negli esami del sangue, ma sensazioni, stati d'animo, pensieri, sentimenti e quant'altro.
E' difficile poter accontentare tutti nei loro desideri, e sapere di non poterlo fare è ancora più brutto.
Forse dovremmo avere la capacità di capire, ascoltare, domandare il perchè di alcuni comportamenti prima di giudicarli e mandarli in archivio come una breve parentesi negativa.
In un mondo dove tutti faremo la stessa fine, non c'è tempo per essere infelici, specialmente in una situazione come questa, dove ogni giorno è un bollettino da guerra. Ed è per questo che a volte, saper perdonare, può fare la differenza.


Nessun commento: