domenica 5 maggio 2019

DIO DACCI LA PACE

Domenica 5 maggio è una buona giornata per scrivere, Nu Jorno Buono direbbe Rocco Hunt nelle sue canzoni.
C'è ispirazione, c'è soprattutto la voglia di esternare emozioni represse, o meglio, una parte di Vita che si accende quando spegni il cervello ed entri nel mondo dei sogni mentre stai dormendo.
Il sentimento è forte, intenso, ma soprattutto si ripete ogni qual volta pensi di spegnere il circuito dei pensieri dormendo, in quel preciso istante si accende il circuito delle ferite.
Non è qualcosa che puoi controllare, è il tuo Io che ti parla, ti racconta come sta viaggiando la tua Vita e quello che dentro di te fa a pugni. Ecco, mentre dormi la tua coscienza ti parla, ti suggerisce, ti detta tutto quello che non va.
La coscienza però non concepisce gli altri, vuole nutrire il tuo Ego, costi quel che costi, vuole raggiungere il suo scopo, vuole che stai bene, ma non tiene conto che a volte tu sei un tramite, una leva dove si poggia il mondo, una corda che viene tirata da entrambi i lati.
Tu sei proprio nel mezzo, al centro di 2 poli che si contendono un po' di soddisfazione, un po'di orgoglio, un po' di felicità, e tu altruista non fai altro che prendere il tuo cuore e spartirlo un po' di qua e un po' di là a rimembrare Gesù Cristo con la divisione dei pani o dei pesci.
Ma c'è qualcosa di peggiore che soffrire per se stesso, non avete mai considerato che soffrire per gli altri è ancora peggio, specie quando non potete fare niente di concreto per risolvere una situazione se non affidarsi completamente al Supremo consegnandogli la chiave del nostro cuore convinti che la Pace regni su di noi.
Buon compleanno Nonna