FELICE

FELICE

lunedì 8 giugno 2020

UN EROE NON SFUGGE AL PROPRIO DESTINO

Un eroe non può sfuggire al suo Destino, anche se la sfida è impari, bisogna combattere anche se si è da soli contro tutti. 
Rischiare di finire su tutti i libri di storia, dove tu sei quella che legge ed io quello che muore. Io da una parte e il Mucchio Selvaggio dall'altro, in una sfida lunga e difficile, dove gli spettatori sono delinquenti, ubriaconi, banditi, infami, maleducati, stupratori, villani, tutto tranne che Uomini veri.
Di loro non v'è traccia, specie in questo ventunesimo secolo dove ognuno cerca di nutrire il proprio ego, assetati di sesso, collezionando donne come si fa con le figurine panini.
Facile cadere in questo tranello: 2 parole dolci, un invito a cena, e poi le sue mani che ti finiscono ovunque, macchiando per sempre quel corpo divino che rappresentava la tua moralità.
Sarebbe bastato un bicchiere di vino con un panino per avere un pò di felicità, invece si è preferito seguire la massa, il gregge, imitando quella platea di gente che della Vita non c'ha mai capito niente.
Sono bastati pochi mesi per finire nelle viscere di quel diavolo, convinta di fare cosa giusta, quando invece hai fatto vincere l'incoerenza. 
Ma dove va a dormire il cielo se gli rubiamo tutto il blu, voi tra quelle mure, sarà solo un'avventura, lo so.
Un Eroe non può sfuggire al proprio destino, non può evitare che i fiumi esondino, che la terra frani, che la pioggia cada corposa distruggendo le città, un Eroe combatte giorno per giorno contro le avversità della Vita. Sempre solo contro tutti, ingoiando bocconi amari, nutrendosi di emozioni e sentimenti, quelli veri, non quelli costruiti ad Arte per vincere quella paura di restare soli.
Pochi mesi per cancellare quella purezza d'animo conquistata anno dopo anno. Perchè?! 
Sembrano racconti della Mitologia greca e forse lo sono, Eros da una parte e Psiche dall'altra, dove quest'ultima era imprigionata da quel sentimento che le travolgeva i sensi, in uno scenario dove prevale sempre l'amore, quello irrazionale, quello illegale, quello incosciente, quello immorale, o semplicemente "Ascolta quanto mi batte forte il tuo cuore".



Nessun commento: