FELICE

FELICE

martedì 5 gennaio 2021

UN LUNEDI' PERVERSO

Ci sono lunedi' e lunedì, quello di fine gennaio lo ricordo bene. Aspettavo la tua chiamata, dicevi in giro che non avevo preparato la partita, quando io di quella squadra conoscevo pure i raccattapalle. Una diffamazione pesante per uno come me che non tralascia proprio nulla. La realtà è che loro erano troppo forti per noi, o meglio, erano troppo forti per te, che dall'alto di quella grande  tribuna non ci hai capito niente.


E' questa la premessa di un capitolo di un libro che si è chiuso troppo presto. Non ce l'ho con te perchè sei calcisticamente insignificante, non sai cosa vuol dire la parola rispetto, non sai cosa significhi fare calcio. Paghi una mela 10 euro e ti vanti pure di averlo fatto. La colpa non è nemmeno tua ma di chi ti consiglia ( male ). 

Ma i cavalli buoni si vedono alla distanza e tu hai dimostrato di essere un asino che alla prima curva si ribalta. Quando semini vento raccogli solo tempesta, e non c'è da stupirsi se compari e scompari come nel gioco delle tre carte.

Un esperienza amara nel mio percorso calcistico, ma che mi ha permesso di capire tante cose. Nella Vita ci sono buoni e cattivi. C'è chi non tiene conto di nulla, decide e basta, anche senza nessun tipo di logica. Senza nemmeno immaginare i sacrifici che fai per far quadrare i conti. Senza considerare che fai allenamento col freddo, al buio, facendo le corse per essere sempre presente, per non mancare mai, a costo di tralasciare tutto il resto. Ma soprattutto senza considerare che come Allenatore non puoi avere di meglio perchè il meglio ce l'avevi già.

E allora la consapevolezza di credere sempre in me stesso perchè nessuno lo farà mai per me, e quella foto apparsa su facebook domenica 19 gennaio voleva dire tutto. La consapevolezza che prima o poi i sacrifici verranno ripagati, aspettando con pazienza il mio turno, avendo contezza che la voglia di perseverare è spesso la differenza tra il fallimento e il successo. Ed io ci sarò, come sempre, sul gradino più alto del podio.

Nessun commento: